Charity Shops: cosa sono?

0
1420

Charity shopsPasseggiando per le vie del centro si vedono spesso dei Charity Shops. Ma cosa sono esattamente?

Sono dei negozi gestiti da volontari che si occupani di rivendere oggetti (principalmente vestiti e libri) di seconda mano, il ricavato viene poi devoluto ad un’associazione benefica.

Esiste un’associazione che riunisce tutti i Charity Shops, l’ICSA (Irish Charity Shops Association). Lo scopo dell’associazione è garantire uno standard per il livello dei negozi e creare una rete di informazioni tra le associazioni che decidono di aprire un punto vendita.

L’ICSA ha stilato un suo codice; ecco il riassunto dei punti principali:

  • Promuovere la pratica e l’alto livello della rivendita per beneficenza
  • Promuovere la fiducia e il supporto delle persone nei Charity Shops
  • Aumentare le donazioni di oggetti sia direttamente in negozio sia attraverso la raccolta porta a porta
  • Ricevere pubblicità positiva per i Charity Shops
  • Promuovere la conoscenza dei Charity shops autentici e aiutare a sradicare le attività fittizie e disoneste

Infatti anche nel mondo della beneficenza (forse soprattutto nel mondo della beneficenza) non si può stare tranquilli. Esistono infatti delle associazioni fittizie che dichiarando di raccogliere fondi per una causa benefica, lucrano sulla buona volontà delle persone. Vengono detti Bogus Charity Operations. Possono trattarsi di persone che raccolgono vestiti porta a porta, negozi in cui non è chiaro a quale associazione verrà devoluto il ricavato delle vendite o che percentuale del ricavato verrà consegnata alle charity.

Se avete il sospetto di aver avuto a che fare con una Bogus Charity Operation, qui potete trovare il form per segnalarlo alla ICSA. Il modulo verrà ritenuto strettamente confidenziale e l’associazione farà i dovuti controlli riguardo a ogni segnalazione ricevuta.

Avete del tempo libero e voglia di fare un’esperienza nuova? Potete candidarvi come volontari di un Charity shop. Può essere una buona occasione per conoscere nuove persone e fare pratica con la lingua inglese. Anche solo poche ore a settimana sono ben accette. Ecco il link per trovare la lista delle Charity a cui mandare la propria candidatura.

 

 

Diana

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here