Guida pratica e consigli utili per trasferirsi a Cork

0
324
Guida pratica e consigli utili per trasferirsi a Cork

Quest’articolo non ha la pretesa di essere sarcastico o pungente, ma ha soltanto la volontà di essere una guida utile per tutti i possibili lettori. 🙂 PEACE.

State pensando di trasferirvi in Irlanda, ma avete parecchi dubbi che vi “assalgono”, beh questa è l’articolo che fa per voi.

Guida pratica e consigli utili per trasferirsi a Cork

Cercheremo di dare risposte alle più disparate richieste che attanagliano una persona che decide di affrontare un tale cambiamento.

– Cominciamo col dire che per nostra fortuna qui in Irlanda la valuta corrente è l’Euro. Non preoccupiamoci di alcun cambio, né tantomeno di possibili commissioni esorbitanti sui nostri prelievi. Si tratta di un punto a favore dell’Irlanda, che purtroppo in molti sottovalutano. L’esempio più semplice? Immaginiamoci di trovarci in un paese con valuta diversa dalla nostra. I primi periodi verranno occupati per la ricerca di un lavoro, giusto? Ma non avendo un lavoro, l’unica cosa che possiamo fare è prelevare dalla nostra carta italiana, settata in Euro, che ci erogherà una valuta diversa, con tassi esorbitanti e commissioni che nemmeno ci immaginiamo.

– Anche qui in Irlanda come in UK, le prese elettriche sono diverse dalle nostre. È indispensabile portarsi dietro un adattatore per i nostri dispositivi elettronici. È lo stesso che viene utilizzato in Gran Bretagna, acquistabile anche in Italia in un qualsiasi negozio di elettrodomestici. Nella fretta e nello stress che una partenza implica, è normalissimo dimenticarlo, ma non abbiate paura, anche qui lo vendono. Ah, giusto per farvelo presente, una legge governativa vieta l’installazione di prese elettriche nei bagni. Sarà quindi impossibile trovare una casa con bagno accessoriato alla nostra maniera.

– Il tema case è molto delicato. Qui a Cork, ma come nel resto d’Irlanda, la richiesta supera l’offerta. Ci troveremo quasi sempre di fronte a Landlord, che avendo la possibilità di effettuare una ricerca vasta, se la prenderà con comodo e richiederà sempre referenze dell’attuale lavoro in Irlanda e referenze dei precedenti Landlord. Senza questa “combo”, non si andrà da nessuna parte.
Puoi controllare su siti web Daft.ie oppure Rent.ie, sono i siti più conosciuti per affittare un appartamento. Inoltre puoi trovare diverse agenzie in città che si occupano di trovarti un alloggio in affitto.

– La guida è a destra, ma questo lo sappiamo tutti 🙂

– Una volta atterrati a Dublino, per raggiungere Cork, cosa conviene treno o bus? La risposta è semplice: sempre e solo bus. Il treno è un mezzo di trasporto molto costoso qui in Irlanda, e in totale, nella tratta Dublino-Cork, risparmiamo solo mezz’ora rispetto al bus. Essendo Cork la seconda città per importanza, ogni giorno è raggiunta da buses provenienti da tutta l’Irlanda. Nel dettaglio della tratta Dublin Airport-Cork il prezzo è circa €20 solo andata e circa €30 A/R.

– PPS Number, questo sconosciuto. È l’acronimo di Personal Public Service Number. In sostanza ha la funzione del nostro Codice Fiscale, può essere richiesto soltanto se il vostro domicilio è qui in Irlanda. Per ottenerlo bisogna recarsi in uno degli uffici Welfare con 2 documenti necessari:

– Documento d’ identità (carta d’identità o passaporto)

– Documento che provi che avete il domicilio in Irlanda, come ad esempio dichiarazione scritta del vostro Landlord oppure del vostro datore di lavoro

– Lavoro in Irlanda: beh ragazzi, sarebbe bello pensare che appena arrivati qui ci accolgano a braccia aperte come i nuovi salvatori delle aziende. Purtroppo non è così. E’ comunque vero che Cork è considetrata la “Silicon Valley” irlandese, in quanto presenta la più alta concentrazione di società operanti nei più disparati settori, ma in particolare nell’IT.

La ricerca di un lavoro dura almeno un mese e ha bisogno di tanta forza di volontà. Non ci resta che rimboccarci le maniche e andare dritti per la nostra strada, raggiungendo l’obiettivo che ci eravamo prefissati.

– Bank Account, documenti necessari per aprirlo. Qui in Irlanda nessuno paga uno stipendio in contanti. Risulterà quindi indispensabile recarsi in una filiale con:

  • PPS number
  • Carta d’ identità o passaporto
  • Referenza del datore di lavoro
  • Prova di indirizzo

Spero di essere stato esaustivo abbastanza. Vi auguro una buona permanenza qui in Irlanda.

Jacopo Imprudente

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here